Tafazzismi a sinistra

Chi mi segue in queste noterelle sa che non ho mai risparmiato critiche a Renzi quando l’ho ritenuto necessario. Non certo per un pregiudizio ma perché è il Segretario del mio partito e penso che abbia dei doveri maggiori verso la comunità che guida. È segretario da 3 anni e 8 mesi e sullo stato […]

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • RSS
  • Google Plus
  • Pinterest
  • Add to favorites
  • Print
  • Email

Diario di un perplesso

3 luglio 2017, da Politica Italiana, 2 commenti

La perplessità non è un sentimento che si addice alla politica. Perché non aiuta nelle decisioni. Neanche la nostalgia. Perché ti rende prigioniero del passato. Però io da osservatore me lo posso permettere. Perplessità di fronte ad un sabato che ha visto due iniziative politiche: a Milano Renzi, a Roma Pisapia. A Milano Renzi in […]

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • RSS
  • Google Plus
  • Pinterest
  • Add to favorites
  • Print
  • Email

Chi troppo vuole nulla stringe

9 giugno 2017, da Politica Italiana, 2 commenti

Chi troppo vuole nulla stringe potrebbe essere l’insegnamento delle elezioni in UK. Prima la convocazione di un referendum da parte di Cameron pensando furbescamente di sconfiggere Brexit, poi l’illusione di May di cavalcarlo per rafforzarsi. L’uso strumentale del voto punito dagli elettori. Ahimè mi ricorda qualcosa dalle nostre parti. Il referendum costituzionale anche per stabilizzare […]

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • RSS
  • Google Plus
  • Pinterest
  • Add to favorites
  • Print
  • Email

W la Repubblica (pensando al voto)

W la Repubblica. E viva gli italiani saggi che nel giugno del 1946 a suffragio universale (per la prima volta le donne al voto) in un paese ferito fisicamente e moralmente ebbero il coraggio di costruire un nuovo futuro. E viva quei leader politici che guidarono la svolta, senza precipitare il paese in un’altra guerra […]

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • RSS
  • Google Plus
  • Pinterest
  • Add to favorites
  • Print
  • Email

L’Italia che va

L’Italia è un paese davvero difficile per le riforme. Ne è un esempio la vergognosa sentenza del Tar Lazio che ha annullato la nomina di direttori di grandi musei perché non italiani. Gli italiani vanno in giro per il mondo a dirigere grandi istituzioni culturali ma il contrario non va bene. C’è sempre una corporazione […]

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • RSS
  • Google Plus
  • Pinterest
  • Add to favorites
  • Print
  • Email

Momenti difficili, lungimiranza poca

Ho sempre assistito con una certa preoccupazione all’infinito dibattito sulle leggi elettorali che da ormai più di vent’anni affligge il paese. Non perché anche ora non comprenda quanto decisiva sia per la vitalità democratica l’efficienza delle leggi elettorali, in termini di capacità di rappresentanza e di rafforzamento della governabilità e stabilità. E tuttavia non poteva […]

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • RSS
  • Google Plus
  • Pinterest
  • Add to favorites
  • Print
  • Email